Automatik 970×90
Ultime News
Sarahah: ecco come funziona la app del momento

Sarahah: ecco come funziona la app del momento

Di UGO CIRILLI

 

Chi non ha mai desiderato rivolgere una critica costruttiva a qualche amico, parente, conoscente o magari al datore di lavoro, desistendo dal proposito per il timore di rovinare un rapporto?

Quante volte ci capita di desiderare un parere sincero su una nostra iniziativa?

Per far fronte a tali esigenze è nata l’applicazione gratuita più chiacchierata di questo periodo: “Sarahah”, il cui nome è una parola araba che significa “onestà”.

L’inventore è un giovane saudita di 29 anni, Zain al-Abidin Tawfiq, che afferma di aver concepito l’app per permettere a tutti di esprimere opinioni in forma anonima in ambiente lavorativo, favorendo così la libertà di espressione. Proprio l’anonimato è l’elemento chiave di Sarahah: iscrivendosi, si ha la possibilità di inoltrare messaggi agli utenti registrati senza utilizzare nome, cognome, foto o altri elementi identificativi. Inoltre, l’app ci consente di creare un link, condivisibile anche su Snapchat, per permettere agli altri di agire allo stesso modo nei nostri confronti: inviarci commenti, pareri, elogi o critiche in formato rigorosamente anonimo.

L’idea sta riscuotendo un successo notevole, ma qualcuno solleva dubbi sui possibili rischi che comporterebbe: ad esempio, divenire uno strumento per cyber-bulli e stalker vari, che si sentirebbero più liberi di insultare le proprie vittime protetti dall’anonimato. A tali osservazioni, però, ha risposto lo stesso ideatore, evidenziando le funzioni della sua app mirate a contrastare un utilizzo scorretto.

Sarahah permette infatti agli iscritti di bloccare utenti e applicare un filtro che impedisca di ricorrere a determinate parole. Consente inoltre una valutazione dei commenti ricevuti.

Come sempre, insomma, quando si parla di nuovi ritrovati di area web, il confine tra l’utilizzo costruttivo e l’abuso, o l’uso distorto, è nelle nostre mani più che nello strumento stesso.

Loading Facebook Comments ...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *